1918. Linfluenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo.pdf

1918. Linfluenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo PDF

Laura Spinney

Quando si chiede qual è stato il principale disastro del XX secolo, quasi nessuno risponde linfluenza spagnola. Davvero labbiamo dimenticata? Eppure nel 1918 a letteralmente cambiato il mondo uccidendo in soli due anni milioni di persone. Tra le vittime anche artisti e intellettuali del calibro di Guillaume Apollinaire, Egon Schiele e Max Weber. Nonostante lentità della tragedia, le conseguenze sono rimaste a lungo offuscate dalla devastazione della prima guerra mondiale e relegate a un ruolo secondario. Laura Spinney ricostruisce la storia della pandemia seguendone le tracce in tutto il globo, dallIndia al Brasile, dalla Persia alla Spagna, dal Sudafrica allUcraina. Inquadrandola da un punto di vista scientifico, storico, economico e culturale, lautrice le restituisce il posto che le spetta nella storia del Novecento quale fattore in grado di dare forma al mondo moderno, influenzando la politica globale e il nostro modo di concepire la medicina, la religione, larte. Attraverso queste pagine si legge il passato, ma si può tentare di immaginare il futuro: la prossima pandemia influenzale, le armi a disposizione per combatterla e i potenziali punti deboli dei nostri sistemi sanitari. Arriveremmo preparati ad affrontare uneventuale emergenza?

1 apr 2020 ... La pandemia che cambiò il mondo (Marsilio editori), pubblicato nel ... L'influenza spagnola, che tra il 1918 e il 1920 uccise circa 50 milioni di ...

1.11 MB Dimensione del file
9788829702886 ISBN
Gratis PREZZO
1918. Linfluenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pottsvillepreschool.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il 1918 e l'influenza che cambiò il mondo Giusto un secolo fa, primavera del 1918. La Prima guerra mondiale sta oramai dilaniando il continente europeo da quasi quattro anni. Scopri 1918. L'influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo di Spinney , Laura, Taroni, Anita, Travagli, Stefano: spedizione gratuita per i clienti Prime ...

avatar
Mattio Mazio

A parlare è Laura Spinney (nata nel Regno Unito, ma vive a Parigi), autrice del libro 1918, l’influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo , pubblicato in Italia da Marsilio (da questo

avatar
Noels Schulzzi

1918. L'influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo è un libro di Laura Spinney pubblicato da Marsilio nella collana Universale economica Feltrinelli: acquista su IBS a 10.67€! Acquista il libro 1918. L'influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo di Laura Spinney in offerta; lo trovi online a prezzi scontati su La Feltrinelli.

avatar
Jason Statham

Può una pandemia cambiare il mondo? Nel 1918 è successo. L'influenza spagnola uccide in soli due anni milioni di persone, di cui la maggior parte sono giovani tra i 18 e i 29 anni. Tra le vittime ci sono anche artisti e letterati: da Guillaume Apollinaire a Egon Schiele, da Max Weber a Katherine Anne Porter. Eppure nel 1918 ha letteralmente cambiato il mondo uccidendo in soli due anni milioni di persone. Tra le vittime anche artisti e intellettuali del calibro di Guillaume Apollinaire, Egon Schiele e Max Weber.

avatar
Jessica Kolhmann

01/06/2017 Può una pandemia cambiare il mondo? Nel 1918 è successo. L'influenza spagnola è stata il killer più feroce del XX secolo: uccise in soli due anni milioni di persone. Tra le vittime anche artisti e intellettuali del calibro di Guillaume Apollinaire, Egon Schiele e Max Weber.