Donne in fuga. Vite ribelli nel Medioevo.pdf

Donne in fuga. Vite ribelli nel Medioevo PDF

Maria Serena Mazzi

«Si può fuggire inseguendo un miraggio, una speranza di vita e di lavoro migliore. Si voltano le spalle a mariti violenti. Si schiude il battente di un convento nel quale non si voleva entrare e dove ogni giorno impone la sua pena. Si tenta di andare lontano da creditori e sfruttatori. Si scappa dalle case altrui, dalla servitù e dalla schiavitù, dalle mani rapaci dei padroni, dalla mancanza di diritti. Oppure si abbandona una casa, una famiglia, per tentare la sorte in un altrove indefinito, per un richiamo di curiosità, per non rimirare ogni giorno lo stesso limitato orizzonte» Nel Medioevo le donne vivevano in una rigida sottomissione. Non assecondare la volontà della famiglia, non ubbidire agli uomini, padri, mariti o padroni, manifestare indipendenza di giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli. Ma non sono mancate sante, regine, badesse, semplici monache, umili contadine, serve, schiave, eretiche, streghe, prostitute che hanno scelto di sottrarsi a destini segnati, resistendo, opponendosi, fuggendo. Donne decise a viaggiare, conoscere, insegnare, lavorare, combattere, predicare. O semplicemente a difendersi da un marito violento, da un padrone brutale. O a salvarsi la vita, scampando ai roghi dell’Inquisizione. Da Margery Kempe a Giovanna d’Arco, da santa Brigida a Eleonora d’Aquitania, alle tante ignote o dimenticate donne in fuga verso la libertà.

Vite ribelli nel Medioevo" di Maria Serena Mazzi, edizioni Il Mulino Cito dal testo:"Nel Medioevo le donne vivevano in una rigida sottomissione. Non assecondare la volontà della famiglia, non ubbidire agli uomini, padri, mariti o padroni, manifestare indipendenza di giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli. Nel Medioevo le donne vivevano in una rigida sottomissione. Non assecondare la volontà della famiglia, non ubbidire agli uomini, padri, mariti o padroni, manifestare indipendenza di giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli.

3.66 MB Dimensione del file
9788815271471 ISBN
Gratis PREZZO
Donne in fuga. Vite ribelli nel Medioevo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pottsvillepreschool.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Vite ribelli nel Medioevo Autore Mazzi Maria Serena Editore Il Mulino EAN 9788815271471 Pagine 180 Data giugno 2017 Collana Intersezioni COMMENTI DEI LETTORI A «Donne in fuga. Vite ribelli nel Medioevo»

avatar
Mattio Mazio

Nel Medioevo le donne vivevano in una rigida sottomissione. Non assecondare la volontà della famiglia, non ubbidire agli uomini, padri, mariti o padroni, manifestare indipendenza di giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli.

avatar
Noels Schulzzi

Nel Medioevo le donne vivevano in una rigida sottomissione. Non assecondare la volontà della famiglia, non ubbidire agli uomini, padri, mariti o padroni, manifestare indipendenza di giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli.

avatar
Jason Statham

DONNE IN FUGA - Vite ribelli nel Medioevo Giovedì 12 ottobre 2017 ore 17. Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara Sala Agnelli. Presentazione del libro di Serena Mazzi. Il Mulino, Bologna, 2017. Ne parla con l’autrice Silvana Vecchio

avatar
Jessica Kolhmann

Chiaccherata su due libri che parlano della figura femminile nel medioevo SEGUIMI ANCHE SU TWITCH https://www.twitch.tv/vivi_everyday FACEBOOK https://www.fa Donne in fuga Vite ribelli nel Medioevo il Mulino, Bologna giugno 2017 (pagg184) giudizio o di comportamento facevano di loro delle ribelli Ma non sono mancate sante, regine, badesse, semplici monache, umili contadine, serve, schiave, eretiche, streghe, prostitute che alle tante ignote o