Ricordi dal sottosuolo.pdf

Ricordi dal sottosuolo PDF

Fëdor Dostoevskij

Con questo libro, apparso nel 1864, affiora e si disegna uno spazio innominato della letteratura e dellanima: il sottosuolo, luogo di tutto ciò che la coscienza tenta vanamente di accantonare. Ed è come limprovviso emergere di un continente: nessuno, dopo averlo esplorato, riuscirà più a dimenticare la voce stridula, penetrante, spudorata che parla in queste pagine e pone domande che fanno ammutolire: siamo davvero certi che luomo voglia il proprio bene? E siamo certi che sarebbe una buona cosa se lo volesse?

Ricordi dal sottosuolo è un libro di Fëdor Dostoevskij pubblicato da Feltrinelli nella collana Universale economica. I classici: acquista su IBS a 8.07€! Memorie del sottosuolo, tradotto anche come Ricordi del sottosuolo, è stato scritto da Fëdor Dostoevskij nel 1864. Ci sono molte traduzioni di questo capolavoro, ma io preferisco quella di Tommaso Landolfi nelle edizioni Adelphi. Mentre l'edizione Bur, con la prefazione di Moravia e l'edizione Einaudi con la nota di Leone Ginzburg, si dovrebbero ...

6.22 MB Dimensione del file
9788845911620 ISBN
Ricordi dal sottosuolo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pottsvillepreschool.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Scopri Ricordi dal sottosuolo di Dostoevskij, Fëdor, Landolfi, T.: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon. tante della generazione che vive tuttora. In questo brano, intitolato «Il sottosuolo», il per-sonaggio presenta se stesso, le sue idee, e pare voler spiegare i motivi per cui Ł comparso e doveva comparire nel nostro ambiente. Nel brano successivo vengono già le vere fime-moriefl di questo personaggio su alcuni avvenimenti della sua vita.

avatar
Mattio Mazio

Ricordi dal sottosuolo è un libro di Fëdor Dostoevskij pubblicato da Adelphi nella collana Piccola biblioteca Adelphi: acquista su IBS a 11.40€! 5 giu 2013 ... Ricordi dal sottosuolo è un libro di Fëdor Dostoevskij pubblicato da Feltrinelli nella collana Universale economica. I classici: acquista su IBS a ...

avatar
Noels Schulzzi

Quando due più due fa cinque. A quasi vent'anni di distanza da "Il sosia" (1846), con i "Ricordi dal sottosuolo" (1864) Dostoevskij torna a concentrare la propria attenzione sulle motivazioni più profonde del comportamento umano. Nel 1864, con Ricordi dal sottosuolo (Записки из подполья), Fëdor Dostoevskji approfondì il tema della malattia dell'anima già toccato, ad esempio, nelle Notti bianche . L'opera ha la forma del soliloquio ed è divisa in due parti: Il sottosuolo (in cui...

avatar
Jason Statham

Uscito a puntate, nel 1865, sulla rivista "Epocha" (L'epoca) da lui fondata, "Ricordi dal sottosuolo", scritto sotto forma di monologo-confessione, è uno dei più terribili e impietosi viaggi all'interno della coscienza umana della letteratura occidentale.

avatar
Jessica Kolhmann

Ricordi dal sottosuolo - Due più due non fa quattro "Considerati come letteratura, essi sono inoltre l'opera più originale di Dostoevskij, e insieme la più sgradevole, la più crudele. Non metterei i "Ricordi" in mano di chi non è sufficientemente forte per reggere alla loro tensione. o sufficientemente innocente per non restarne avvelenato. Il sottosuolo è un'abitazione souterrain dalla quale il narratore scaglia le sue critiche amare che hanno come bersaglio la società in superficie e l'uomo moderno. L'abitante del sottosuolo è malato, malvagio ma anche straordinariamente intelligente. L'opera fu molto ammirata da Friedrich Nietzsche, che la lesse in traduzione francese.